transalpina

TRANSALPINA NEWS

Leggi news:
 

A La Riversa (o del come parlar in triestin per indrio)


foto

Parlare alla rovescia.
Un gioco di parole per non farsi capire.
Un dizionarietto divertente.
Trieste, il suo porto, la locanda, i facchini, il loro modo di dire, talvolta non troppo educato.
Un’occasione anche per rinverdire il bel dialetto triestino.
Dalle parole del passato a quelle di oggi… per fare quattro risate in compagnia.

A la riversa (a la sàriver o a la vèrsari) o del come parlar in triestin per indrio (parlar per iodri - parlar de iodri) scritto da Alessandro Ambrosi per Transalpina Editrice è dedicato al parlare alla rovescia tipico dei portuali triestini. “Sostantivi, Agetivi, Modi de dir… (per ordine alfabetico, rigoroso, ma a la riversa!)” un mini-dizionario con termini alla rovescia, in dialetto triestino e nel relativo significato in lingua italiana.

“Dentro el porto (Tòdren el tòpor)” sempre al rovescio e con l’accezione italiana termini e frasi tipiche dell’ambito portuale. “In locanda (Cibarie varie, bibite, ordinazioni, le osterie, i bareti… un tempo le locande del porto)”: cibi e bibite, anche qui, alla rovescia e col significato italiano. Stesso schema per le immancabili parolacce: “Bocaze …e parolaze”. E ancora una serie di nomi di ragazzi e ragazze (qualche nome de muli e mule).




Argomento: a-la-riversa
Data: 04/05/2018
Ora: 15:31:52


Torna alle news

libri on line